Menu
superadmin

Renanera

28 Maggio...

 

Prodotta da Antonio Deodati, i RENANERA sono una band di sette elementi in uno spettacolo musicale e teatrale di matrice popolare intitolato "TROPPO SUD" come il loro primo album. Sono stati rivisitati molti canti della tradizione popolare del Sud Italia in chiave world e composte canzoni in varie lingue dialettali del Sud.

Sonorità etniche e moderne miscelate, voci popolari che si rincorrono tra liriche contadine e ritmi serrati. Le storie, la cultura e l’anima del Sud in uno spettacolo che è un mix di gioia, sofferenza e voglia di stare insieme per ballare e cantare. Momenti di recitazione si alternano alla lirica popolare e all’energia, elemento che caratterizza l’intero spettacolo musicale. 

Bottega Glitzer

26 Maggio...

Affascinati da sonorità e ambientazioni musicali dal sapore retrò degli anni 40 e 50 e contaminati dai molteplici colori del folk rock attuale, i Bottega Glitzer si formano attorno alla figura della cantante Nadja Maurizi, svizzera tedesca di nascita, ma anche italiana, muovendo i primi passi all’interno della vivace scena musicale romana.

Nel 2010 autoproducono il primo ep “Oh Baby” intraprendendo una lunga serie di concerti sia in Italia che in Svizzera, attirando il favore degli “addetti ai lavori” (primo premio “Fondiamo il Talento” e tra i migliori gruppi live “Keep on” 2011).

Luca Bassanese

Sono tre le tappe importanti che segnano la strada che Luca Bassanese deciderà di intraprendere nel suo percorso artistico: l’ascolto assiduo del Volume III di Fabrizio De André ancora in fase embrionale nella dimora materna, il contatto quotidiano con il padre armonicista e l’incontro con il compositore, autore e regista Stefano Florio con il quale inizia un sodalizio artistico ed umano che lo porterà a collaborare nella realizzazione dei suoi album e dei suoi spettacoli. Luca BAssanese è attore, scrittore, musicista e cantastorie… ma prima di tutto Essere Umano. Definito “Personaggio anomalo di questi tempi”, Luca Bassanese è un’artista molto attivo nel sociale, in sintonia con i movimenti ambientalisti e di impegno civile (già Vincitore “Premio Recanati – Musicultura” XV ed.), è considerato tra i più importanti nuovi esponenti della scena Folk Pop e Cantautorale Italiana. CORRIERE DELLA SERA-“L’orchestra da strada accentua l’atmosfera con Bassanese il “filosofo”, immediato e coinvolgente” (Andrea Laffranchi). BLOW UP -“Che talento, Bassanese, un innato senso per la melodia e l’attitudine a variare spavaldamente registro espressivo fino alla vertigine: certe cose non si imparano…” (Enrico Veronese). IL MUCCHIO“Se oggi in Italia c’è qualcuno che può dare un senso alla nostra musica folk, questi si chiama Luca BAssanese. Nella sua semplicità è semplicemente geniale.”(Gianni Della Cioppa). Il 7 dicembre 2012, RAI UNO (guarda il video: link) all’interno della storica rubrica di approfondimento del TG1Tv7, trasmette uno speciale sul tema della Costituzione e dell’impegno civile nell’arte e nella musica d’autore, nel quale è presente per la salvaguardia e la difesa dei beni comuni Luca Bassanese, oltre ad artisti, tra cui, Roberto Benigni, Fabrizio De Andrè, Giorgio GaberFranco Battiato, Antonello Venditti, con un estratto dal video della canzone “Qui si fa l’Italia o si muore” prima traccia del suo quinto album “La Rivoluzione“, che vede la produzione di Stefano Florio per Buenaonda. L’8 gennaio del 2013 RAI NEWS 24 dedica un’intervista a Luca Bassanese a cura della telegiornalista Patrizia Morgani (guarda il video: link) nella quale l’artista esprime la sua posizione sul tema della nonviolenza parlando del suo ultimo album La Rivoluzione.

 

Danilo Vignola & Gio Di Donna

Il duo di ukulele e percussioni dei lucani Danilo Vignola e Gio Di Donna è un progetto giovane ed innovativo.

A due anni e mezzo dalla nascita del progetto, vantano oltre 200 concerti, tenuti principalmente nei più prestigiosi teatri , jazz club e  music club di tutta la nazione.

Le mirabolanti imprese del duo lucano hanno riempito le cronache culturali della stampa Nazionale. Definito dalla critica un “prodotto unico nel suo genere come di pura creatività e di profonda innovazione culturale” che,  affonda le sue radici nella tradizione lucana proiettandola nel futuro più inesplorato.

Il loro spettacolo si identifica come un  viaggio coinvolgente nei ritmi e nelle sonorità mediterranee, in cui si dà libero sfogo all’arte dell’improvvisazione, rivisitando in chiave moderna melodie tradizionali (rumba, flamenco, taranta, sonorità arabeggianti) e intrecciandole a ricercatezze sperimentali, armonie psichedeliche, ritmiche heavy,  all’insegna di uno scambio interculturale, in cui, strumenti d’oltreoceano come l’ormai celebre ukulele Hawaiano ed il Cajòn peruviano (percussione) o di strumenti moderni come l’Hang svizzero (percussione), si incontrano con la tradizione e la sperimentazione.

Danilo Vignola è stato decretato nel 2010 dalla Eleuke, la piu grande azienda costruttrice di ukulele, come miglior ukulelista elettrico al mondo, per poi essere riconosciuto dai vari musicisti come il piu grande sperimentatore, portando l’ukulele ad essere considerato uno strumento a tutti gli effetti e non piu come  un comune giocattolo.

Sottoscrivi questo feed RSS

Eventi

  • La Cantina del Portatore
  • A San Gerardo stai con noi
  • IX Memorial Gigi & Eddy
  • XIII Memorial C. Lauria
  • Portatore d'Oro
  • E'WiVA LA VILLA

Utilizziamo i cookie sul nostro sito. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information